COS’È IL NORDIC WALKING?

Il Nordic Walking, o in italiano camminata nordica, è stata definita dal suo ideatore, il più efficiente e piacevole allenamento al mondo, un modo per aumentare la propria vigorosità fisica, migliorare nel complesso la propria salute e vitalità mentale, può essere praticata a tutte le età, da 0 a 99 anni.

In pratica, si tratta di una camminata in cui le braccia spingono in modo opposto ed alternato rispetto ai piedi con l’aiuto di appositi bastoni. Durante l’allenamento i movimenti interessano fino al 90% dei muscoli del corpo.
Il Nordic Walking era inizialmente usato come forma di allenamento estivo dai fondisti, in quanto permetteva loro di simulare le tecniche di sci di fondo anche in mancanza di neve. L’anno ufficiale di nascita della camminata nordica è il 1997, attualmente  è diffusa in molti Paesi e svolge un ruolo considerevole nel mantenimento di una buona salute tra le persone di tutte le età in tutto il mondo.

COSA CAMBIA RISPETTO AD UNA CAMMINATA NORMALE?

Chi si approccia per la prima volta al Nordic Walking può pensare che sia uguale e che abbia gli stessi benefici di una camminata normale.
In realtà, questo sport comporta un notevole aumento del consumo di ossigeno, accelera la frequenza cardiaca e il consumo di energia di circa il 20% rispetto a una camminata senza bastoncini allo stesso ritmo anche se la sensazione di stanchezza a fine allenamento è la stessa per entrambe le forme di allenamento.
Ad esempio, alcune ricerche, dimostrano che il consumo totale di energia durante una sessione di allenamento di Nordic Walking di 30 minuti è significativamente più alto (174 vs 141 kcal) rispetto ad una normale camminata.
Inoltre, non è necessario concentrarsi sull’apprendimento di movimenti complicati, basta camminare con la giusta postura.

PERCHÉ DOVREI INIZIARE A PRATICARE QUESTO SPORT?

Il Nordic Walking può essere praticato ovunque e in qualsiasi momento. Quando si cammina, i grandi gruppi muscolari delle gambe, del bacino, del tronco e arti superiori operano ininterrottamente, ma ecco 4 buoni motivi per cui dovresti praticare questo sport:
1. puoi praticarlo dove vuoi e ogni volta che lo desideri, sulle strade, nei parchi, in spiaggia, nei boschi;
2. I movimenti che devi fare sono completamente naturali. Infatti, sono gli stessi di quelli di una normale camminata;
3. E’ uno sport adatto a tutti;
4. I bastoncini ti aiuteranno nell’esecuzione dei movimenti facendoti sentire più forte e agile.
QUALI benefici porta alla mia salute?
  • Migliora la condizione di diversi gruppi muscolari come quelli delle braccia, schiena, addome, glutei e piedi, coinvolgendo fino al 90% di tutti i muscoli del corpo;
  • Permette un consumo energetico superiore del 20% rispetto ad una normale camminata senza bastoncini;
  • Migliora le condizioni dell’apparato respiratorio e del sistema cardiovascolare;
  • Scioglie le contrazioni dei muscoli della zona cervicale (spalle e collo);
  • Migliora la flessibilità delle articolazioni;
  • Aumenta la resistenza fisica;
  • Migliora, in breve tempo, il benessere fisico e ad allontana lo stress.

QUANTO TEMPO DOVREI DEDICARE?

Per ottenere dei benefici dalla pratica del Nordic Walking bisognerebbe allenarsi almeno 1-2 volte alla settimana per almeno 30 minuti. 
Camminando regolarmente e correttamente, in media, la forma fisica migliora del 10% in tre mesi.
Con quale frequenza allenarsi?
La regola dice che allenandoti una volta a settimana, con intensità lieve, per circa 30 minuti o più alla volta, manterrai la tua attuale forma fisica.
Due allenamenti a settimana miglioreranno la tua forma fisica.
Tre allenamenti a settimana miglioreranno considerevolmente la forma fisica.
Quanto dovrebbe durare un allenamento?
30 minuti potrebbe essere considerata la durata base di una sessione di allenamento.
Se si include il tempo speso per gli esercizi di riscaldamento e stretching prima e dopo la camminata, il tempo totale sarebbe di circa 45 minuti per volta.
Per migliorare il livello di allenamento, si potrebbero fare più camminate a settimana della durata di circa 1-1,5 ore. Per chi si allena frequentemente la sessione di allenamento potrebbe anche durare 2 – 3 ore.

QUAL È LA TECNICA PER PRATICARLO CORRETTAMENTE?

In una camminata corretta, un passo inizia con il contatto del tallone e finisce con una spinta sulla punta, la cosiddetta rullata. Inoltre, il movimento delle spalle e del bacino crea una contro-torsione che fa lavorare attivamente i muscoli della parte centrale del corpo.
Le braccia e i piedi vengono mossi avanti e indietro in alternanza, rispettivamente la gamba sinistra e il braccio destro, la gamba destra e il braccio sinistro. Le mani eseguono movimenti rettilinei in avanti. Grazie all’utilizzo dei bastoncini, l’ampiezza del passo aumenta. La mano, quando il braccio viene portato indietro, va aperta per rilasciare il bastoncino.
Ecco le cose che bisogna tenere a mente per una pratica corretta del Nordic Walking:
  1. la rullata del piede dal tallone alla punta;
  2. l’intensità della camminata è aumentata dall’intensità della spinta del braccio;
  3. il corpo è eretto e leggermente flesso in avanti;
  4. l’alternanza del movimento di braccia e piedi;
  5. l’apertura e chiusura della mano.
Tutto questo vi fa capire l’importanza di seguire un corso, per apprendere la pratica corretta!
COSA TI SERVE?
  • Abbigliamento sportivo,  in materiale tecnico abbinato ad un gilet nella stagione invernale;
  • Scarpe da trekking strutturate che permettano l'ammortizzazione e la rullata;
  • Bastoncini, forniti di un guantino permette di mantenerli agganciati anche con la mano aperta.

DOVE SI PRATICA?

La pratica del Nordic Walking viene svolta espressamente all'aperto, si può fare in tutti i tipi di strade e sentieri, nelle spiagge, in montagna si può fare su percorsi non accidentati e su pendenze che ci permettano di sviluppare la tecnica corretta.
Nelle nostre sedute di allenamento lo pratichiamo nelle nostre campagne e nei sentieri che attraversano le sorgenti del Sile
Siamo fortunati ad avere un territorio che ci permette di camminare per un buon 90% su sterrato, l'asfalto è solo un ripiego quando il meteo ci costringe.